Prestito con delega

COS’È IL PRESTITO CON DELEGA?

Il prestito con delega è una forma di finanziamento che può aggiungersi alla cessione del quinto e la cui rata può incidere al massimo per un altro quinto dello stipendio.
Il prestito con delega di pagamento è una tipologia di finanziamento concesso al dipendente pubblico o privato e si basa sulla facoltà di chi vanta un credito di cederlo a terzi, a titolo oneroso o gratuito, anche senza il previo consenso del debitore.

Poiché la retribuzione rappresenta un credito, ogni lavoratore può contrarre il Prestito con Delega concordando di estinguerlo cedendo a IBL Banca una quota del suo stipendio.

Per le sue caratteristiche si configura anche questo come un contratto tripartito i cui soggetti sono:

    • IBL Banca: l’Istituto cessionario che eroga il finanziamento;
    • cliente/dipendente: cede i diritti, nei limiti di un quinto, sulla sua retribuzione a IBL Banca;
    • datore di lavoro del cliente/cedente: assume la qualifica di Debitore Terzo Ceduto (in virtù della cessione operata dal proprio dipendente relativamente ai crediti da esso vantati per retribuzioni maturande).

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI?

Come per la Cessione del Quinto, il prestito con delega ha delle caratteristiche fondamentali che lo distinguono da altre forme di finanziamento.

  • La durata: è possibili dilazionare il finanziamento in 24, 36, 48, 60, 72, 84, 96, 108 e 120 mesi.
  • La rata: è comprensiva di tutte le spese e non può mai superare un quinto dello stipendio netto.
  • La copertura Assicurativa: viene stipulata con una compagnia assicurativa convenzionata; è prevista per legge contro il rischio vita ed i rischi diversi di impiego del cliente.
  • La coesistenza: è una delle possibilità più importanti che offre il Prestito con Delega; può coesistere con altre trattenute in busta paga purché la somma delle trattenute non superi il 50% dello stipendio netto.
  • Il rinnovo: può essere rinegoziato anticipatamente recuperando gli interessi non maturati.
  • L’ istruttoria: consulente di filiale cura in toto la pratica.
  • La modalità di erogazione: assegno o bonifico bancario.

PERCHÉ SCEGLIERE IL PRESTITO CON DELEGA?

  • Il Prestito con Delega IBL Banca viene spesso affiancato alla Cessione del Quinto ed è compatibile con altre forme di finanziamento già presenti sul conto. Ciò consente di avere un prestito, garantito e assicurato, superiore a qualsiasi altro finanziamento.
  • Il rimborso del prestito può avvenire anche fino a 120 mesi, con rata e tasso fissi.
  • L’erogazione diretta del prestito avviene direttamente presso gli sportelli di IBL banca e annulla tutti gli oneri di intermediazione.
  • La polizza assicurativa tutela il dipendente nel caso di decesso o perdita involontaria dell’impiego; il premio viene incluso nella rata mensile.
  • Come per la Cessione del Quinto, non bisogna giustificare la destinazione del finanziamento;
  • L’erogazione dell’importo è una pratica semplice e veloce, presa in carico dai consulenti di filiale;
  • Il prestito si può estinguere anticipatamente e consente di recuperare gli interessi non maturati.

CHI PUÒ ACCEDERE AL PRESTITO CON DELEGA?

Il Prestito con Delega IBL Banca è un finanziamento per i lavoratori dipendenti di ruolo e con contratto a tempo indeterminato.
Possono accedere anche i dipendenti che hanno in corso altri tipi di finanziamento (anche la Cessione del Quinto) e che hanno in corso o hanno avuto disguidi bancari.
Non possono accedere i pensionati (che possono però accedere alla Cessione del Quinto).

Come possiamo aiutarti?

Contattaci e ti aiuteremo a trovare il prodotto più adatto alle tue esigenze

Documento di identità e codice fiscale
Ultime 2 buste paga, CUD e certificato di stipendio (rilasciato dal Datore di Lavoro).
Nel corso dell’Istruttoria potrà essere richiesta dalla Banca ulteriore documentazione ritenuta necessaria.
La rata di rimborso è mensile.
La rata viene trattenuta su ogni busta paga mensile direttamente dal Datore di Lavoro che provvede a sua volta a
riversarla alla Banca in forza di un mandato irrevocabile conferito dal Cliente (ai sensi dell’articolo 1723 secondo
comma del codice civile).
L’importo della rata e la durata del prestito sono scelti dal Cliente, tuttavia la Rata di rimborso non può essere superiore ad un quinto dello stipendio mensile netto il prestito dovrà avere una durata minima di 24 mesi e una durata massima di 120 mesi.
Il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del prestito e il piano di ammortamento è a rata costante.
Sono previste le seguenti garanzie:
  •  La costituzione di un vincolo sul TFR a favore della Banca. Il vincolo riguarda il TFR maturato e maturando dal Cliente presso il proprio Datore di Lavoro o Fondo Pensione. Il TFR è destinato a garantire il rimborso del prestito in caso di cessazione, qualunque sia la causa, nel corso del periodo di ammortamento del prestito, del rapporto di lavoro tra Cliente e il Datore di Lavoro. In forza del suddetto vincolo il Cliente non può avvalersi dell’anticipazione del TFR per tutta la durata del prestito se non per la quota eccedente l’importo del debito residuo del prestito.
  • La stipula di due polizze assicurative di cui una a copertura del Rischio Vita e un’altra, ad integrazione dell’eventuale TFR, a copertura del Rischio Impiego del Cliente

Sì, è possibile in qualunque momento. Il prestito può essere estinto, in via autonoma, anticipatamente recuperando gli interessi non maturati.

Sì. Il rinnovo è a tutti gli effetti una nuova richiesta di prestito con delega e può avvenire solo estinguendo il prestito precedente; è soggetto ad uno specifica pratica di approvazione dell’ente erogante.