Cessione del quinto

CHE COS’È?

La Cessione del Quinto è tra le più antiche e diffuse forme di credito al consumo, disciplinata dal DPR 5/1/1950 n. 180 e dal successivo Regolamento attuativo. Nata per andare incontro alle difficoltà dei dipendenti Statali, Parastatali, degli Enti Locali e delle grandi Aziende, titolari di uno stipendio fisso e continuativo, di ottenere un finanziamento.
La cessione del quinto si basa sulla restituzione del finanziamento ottenuto mediante una trattenuta diretta sulla retribuzione pagando una rata pari a massimo un quinto dello stipendio o della pensione anche in presenza di disguidi bancari.

Chi ha già in corso una Cessione del Quinto può rinnovarla anticipatamente. In questo caso vengono recuperati gli interessi non maturati. IBL Banca provvederà a richiedere il conto di anticipata estinzione del finanziamento in corso e a liquidare la controparte finanziaria con bonifico o assegno.

Per le sue caratteristiche si configura come un contratto tripartito i cui soggetti sono:

  • Istituto cessionario  – IBL Banca eroga il finanziamento;
  • Cliente/dipendente – Colui che richiede il prestito cede i diritti sulla sua retribuzione (nei limiti di un quinto) a IBL Banca;
  • Datore di lavoro  – Il datore di lavoro di colui che richiede il finanziamento assume la qualifica di debitore Terzo Ceduto, in virtù della cessione operata dal proprio dipendente relativamente ai crediti da esso vantati per retribuzioni maturande.

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE PRINCIPALI?

  • La durata: la cessione del quinto si distingue dagli altri finanziamenti per la sua durata che può essere anche di 120 mesi. 
    Queste le possibili dilazioni: 24, 36, 48, 60, 72, 84, 96, 108 e 120 mesi.
  • La rata è senza sorprese: la rete comprende tutte le spese e non può mai superare un quinto dello stipendio netto.
  • Copertura AssicurativaL’assicurazione prevista dalla legge viene assunta da una compagnia assicurativa convenzionata.
  • CoesistenzaPuò coesistere con altre trattenute in busta paga purché la somma delle trattenute non superi il 50% dello stipendio netto.
  • RinnoviUna Cessione del Quinto può essere rinegoziata anticipatamente recuperando gli interessi non maturati.
  • Facile accesso – L’accesso a questo tipo di finanziamento è curato dall’inizio alla fine dal consulente di filiale.
  • Modalità di ErogazioneAssegno oppure bonifico bancario.

CHI PUÒ ACCEDERE ALLA CESSIONE DEL QUINTO?

I lavoratori dipendenti e pensionati.
Possono accedere alla Cessione del Quinto anche coloro che hanno in corso altri tipi di prestiti, che hanno avuto (o hanno in corso) disguidi bancari.

PERCHÈ SCEGLIERE LA CESSIONE DEL QUINTO DI IBL BANCA?

    • È più facile da ottenere: basta la busta paga o il cedolino della pensione e non è richiesta alcuna informazione sulla destinazione del finanziamento
    • Più comodo: la rata è trattenuta direttamente dalla busta paga o dalla pensione;
    • Più conveniente e flessibile: ha il tasso alle migliori condizioni di mercato, si può scegliere la durata e la rata che si desidera rimborsare;
    • Più sicuro: è prevista una copertura assicurativa.

Documento di identità e codice fiscale .
Ultime 2 buste paga, CUD e certificato di stipendio rilasciato dal Datore di Lavoro.
Nel corso dell’Istruttoria potrà essere richiesta dalla Banca ulteriore documentazione ritenuta necessaria.

La rata di rimborso è mensile
La rata viene trattenuta su ogni busta paga mensile direttamente dal Datore di Lavoro che provvede a sua volta a
riversarla alla Banca.

L’importo della rata e la durata del prestito sono scelti dal Cliente, ma non può mai essere superiore ad un quinto dello stipendio mensile netto.
Il prestito dovrà avere una durata minima di 24 mesi e una durata massima di 120 mesi.

Il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del prestito e il piano di ammortamento è a rata costante.

Sono previste per legge le seguenti garanzie:
 – la costituzione di un vincolo a favore della Banca sul TFR (Trattamento di Fine Rapporto ai sensi dell’articolo 2120 del codice civile e indennità similari) maturato e maturando dal Cliente presso il proprio Datore di Lavoro o Fondo Pensione. Il TFR è destinato a garantire il rimborso del prestito in caso di cessazione, qualunque sia la causa, nel corso del periodo di ammortamento del prestito, del rapporto di lavoro tra Cliente e il Datore di Lavoro. In forza del suddetto vincolo il Cliente non può avvalersi per tutta la durata del prestito del diritto di cui all’articolo 2120 comma 6° del codice civile (anticipazioni del TFR) se non per la quota eccedente l’importo del debito residuo del prestito; la stipula di due polizze assicurative di cui una a copertura del Rischio Vita e un’altra, ad integrazione dell’eventuale TFR, a copertura del Rischio Impiego del Cliente.
Si, tuttavia l’estinzione del prestito per rinnovo con una nuova operazione di cessione del quinto non può essere effettuata prima che siano scaduti i due quinti della durata originaria del prestito.
Il rinnovo comporta la concessione di un nuovo prestito la cui approvazione rimane in ogni caso rimessa all’attività istruttoria insindacabile della Banca.
Il contratto di prestito si considera concluso con la sottoscrizione dello stesso da parte della Banca
La sottoscrizione della Banca non comporta tuttavia, in alcun modo, la concessione del prestito e la successiva
erogazione dell’importo finanziato
L’efficacia del contratto e quindi la concessione del prestito, è infatti subordinata, a giudizio insindacabile della Banca, alla consegna da parte del Cliente di tutti gli atti o documenti necessari per il rilascio e per la validità delle garanzie assicurative richieste dalla legge ed all’accettazione incondizionata da parte del Datore di Lavoro da cui il Cliente dipende degli obblighi imposti a proprio carico dalla legge stessa (effettuazione delle trattenute mensili ecc.)
L’erogazione del prestito ossia l’effettiva liquidazione della somma finanziata avverrà entro i 10 giorni successivi alla data di concessione.
Come possiamo aiutarti?

Contattaci e ti aiuteremo a trovare il prodotto più adatto alle tue esigenze

CESSIONE DEL QUINTO?